Lettera del Ministro Antonio Tajani

25 Novembre 2023

Lettera del Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Esteri, On. Antonio Tajani alla  XIII Edizione del Festival della Dottrina Sociale

Saluto tutti i partecipanti e ringrazio la Fondazione Segni Nuovi per questo gradito invito.
Il tema scelto per questa edizione del Festival è molto attuale, perché mette al centro del dibattito l’importanza della libertà individuale e della dimensione umana all’interno della società contemporanea.

In un mondo attraversato da guerre sanguinose, come in Medio Oriente e in Ucraina, e nel quale i nuovi mezzi di comunicazione hanno ampliato le opportunità di relazione con gli altri al costo di un impoverimento dei contenuti, è necessario tenere fermi i criteri della dignità della persona e del bene comune.

Dignità della persona, bene comune, dialogo per la pace, solidarietà, famiglia, politica come servizio ai cittadini, sono tutti valori propri della Dottrina Sociale della Chiesa che ritroviamo nella nostra Costituzione e che sono alla base della nostra identità di italiani.

Valori che mettiamo anche al centro della politica estera italiana e che promuoviamo nel mondo con gli strumenti della diplomazia.

Lo dimostra l’attenzione che intendiamo dare nel quadro del Piano Mattei per l’Africa a temi cruciali come il lavoro, l’istruzione, la formazione. Anche attraverso questa azione intendiamo infatti garantire alle giovani generazioni africane il diritto a non emigrare, togliendo attrattività all’ignobile mercato dei trafficanti di esseri umani.

Valori che ispirano anche la nostra cooperazione allo sviluppo, basata sulla centralità della persona, sulla solidarietà, sul dialogo costante tra istituzioni, settore privato e organizzazioni della società civile.

Molte sono interlocutrici costanti della Farnesina e sono veicolo di una cultura nazionale della solidarietà, trasmettendo dove operano l’immagine dell’Italia migliore.

Nello stesso spirito, considero prioritario il tema del dialogo interreligioso e della libertà per il singolo di professare liberamente il proprio credo. Penso in particolare alle comunità cristiane in aree di crisi, un tema sul quale mi sono concentrato sin dagli anni del mio impegno nelle Istituzioni comunitarie.

L’emergere delle sfide globali e il moltiplicarsi dei teatri di crisi rendono sempre necessaria la complementarietà tra l’azione dei Governi, delle Organizzazioni internazionali e delle realtà religiose, incluso il mondo missionario, in ambiti quali la risposta umanitaria, la mediazione, l’istruzione, la salute, la lotta alla povertà, l’emancipazione di donne e giovani, il dialogo interreligioso.

Vi ringrazio pertanto per il vostro lavoro quotidiano e auguro tutto il successo a questa manifestazione!

Antonio Tajani


Scarica la lettera in PDF

Pin It